Bicchierai

bicchierai

L’Istituto Auxologico Italiano “Mons. BIcchierai” deve le sue origini all’iniziativa di un sacerdote ambrosiano: Mons. Giuseppe Bicchierai, vissuto nella seconda metà del secolo scorso: morì nel 1987.

Nel dopoguerra Mons. Bicchierai fondò la prima Caritas ambrosiana per rispondere ai molti problemi di coloro che chiedevano aiuto alla Diocesi. L’opera più prestigiosa tra quelle assistenziali fu il Centro Auxologico di Piancavallo in provincia di Novara per la cura dei ragazzi afflitti da anomalia della crescita.

Il Centro dal 1958 diventa Istituto Auxologico Italiano ed è costituito come Fondazione Centro di Ricerca e Cura a carattere scientifico, sviluppandosi in campo biomedico e medico chirurgico.

L’attività scientifica e clinica dell’Istituto si rivolge allo studio e alla cura dello sviluppo umano, dal concepimento all’età avanzata, con particolare attenzione a settori endocrino-metabolico, cardiovascolare, neurologico, immunologico, genetico e riabilitativo. Offre una gamma di prestazioni che va dalla degenza, sia ordinaria che in day hospital, ai servizi ambulatoriali polispecialistici.

Le sue sedi attualmente sono a Milano in via Ariosto (Ospedale S. Michele). Fuori Milano l’Istituto è presente a Piancavallo (Ospedale S. Giuseppe), a Cusano Milanino (Centro di Ricerca e Centro Diagnostico), a Verbania e a Meda (Centri Diagnostici).

Nel 2007 l’Istituto Auxologico ha dato vita anche ad un Centro di Ricerca e Cura dell’Invecchiamento (sigla: Cierreci), insediato nella nuova struttura a Milano in via Mosè Bianchi 90.

Questo nuovo centro si propone di affrontare in modo unitario, sotto l’aspetto clinico e della ricerca biomedica, il momento preventivo con un poliambulatorio specialistico e quello ospedaliero per la cura dei pazienti in fase acuta e riabilitativa. Inoltre nella struttura ci sono tre piani di residenzialità per anziani, una RSA (Residenza Sanitaria Assistenziale) che è stata intitolata al fondatore Mons. Bicchierai.

 

Via Mosè Bianchi, 92
20149 Milano (Mi)